Filosofia

Filosofia come fotografo di matrimonio



filosofia come fotografo di matrimonio


Eccomi qui...
Sono nato nel 1974 e sono il papà di Asia, da sempre con una piccola macchina fotografica in mano, da quando ho memoria. É iniziato tutto con una polaroid che conservo ancora e non ho mai più smesso.
Sono attratto da come puoi fermare un istante di realtà con una macchina fotografica e trasformarlo in una sorta di diario quotidiano, per avere la possibilità di pensarci di nuovo. Questo è il tipo di lavoro fotografico che amo e ricerco.
Poche e semplici macchine fotografiche e luce ambiente, per restare vicini a quello che esiste durante il giorno del matrimonio. 
Quando non sto scattando per lavoro mi troverete con la stessa piccola macchina a scattare per strada inseguendo uno dei tanti progetti personali e questa è una cosa che faccio da una vita intera. Prima di fotografare per strada, ci giravo sempre con uno skateboard sotto i piedi.
Sono ispirato da molti autori che adoro, di solito al di fuori della fotografia di matrimonio... Dall'intensa fragilità di Michael Ackerman all'eleganza della poesia visiva Machiel Botman per finire anche alla libera visione di Pinkhassov sempre alla ricerca di di una luce magica e un fascino sognante, ma gli esempi sarebbero tanti.
In un mondo digitale amo ancora usare macchine a pellicola analogiche con le mie lenti preferite. La fotografia a pellicola è ancora magica e irraggiungibile dal digitale, secondo me.
Vivo a Milano con Alessia e due gatti.






























Here I am…
Born in 1974, father of “Asia” and forever with a camera in my hands, it’s been so since I have a memory…it all started with a Polaroid Camera and never stopped.
 
I am attracted from how you can stop an instant of reality by a camera and transforming it in a sort daily diary, so you can have a chance to think back again. That’s the kind of camera work I love.
Few and simple cameras, available light to stay close to what’s around me during your wedding day.
When I am not shooting for assignments you may find me with a little camera in my hand shooting the streets or some of my personal project, a thing that I have done for a lifetime. Before shooting the streets, I used to ride them with a skateboard.
I am inspired from many authors that I love, usually outside wedding photography…from the intense fragility of Michael Ackerman to the elegance of Machiel Botman’s visual poetry, ending with the free visual vision from Pinkhassov, always looking for that magic light and dreamy fascination; example would be many.
In a digital world, I still love to use Film cameras and have my favorite lenses, film photography is still magic and unreachable in my opinion.
I live in Milan with Alessia and two cats.